Gol diretto da calcio d'angolo.

a cura di Alessio Peluso

La guida tecnica era affidata a Pinuccio Petrarota, originario di Ruvo di Puglia, conosciuto a Porto Cesareo, per aver avuto anni or sono, il noto “Bar Nautilus”. Il nome faceva riferimento a un sommergibile varato per la prima volta dalla Marina degli Stati Uniti nel 1954. Emergono alcuni aneddoti sportivi incredibili, dalla preziosa testimonianza di Giuseppe Fanizza. Rimango sorpreso nel riscontrare come anch’egli, al tempo adolescente, ricordi ancora con chiarezza ed impatto emotivo un gol da cineteca siglato da Francesco “Ciccio” Latino, rapidissimo ed ambidestro.

Così in una delle sfide amichevoli disputate contro una compagine neretina (Nardò), Latino calciando un corner dalla destra, riuscì ad insaccare il pallone in rete, colpendolo con l’esterno destro. Già solo immaginarlo un colpo del genere è da veri fenomeni, per realizzarlo è fondamentale una proprietà tecnica non comune.

Personalmente ho avuto la fortuna di aver incontrato Latino in più occasioni, nelle quali spesso e volentieri mi raccontava questa marcatura impressa nella memoria. Averla ritrovata nelle parole di Giuseppe Fanizza è stato emozionante, in quanto lo stesso Latino ha lasciato il nostro mondo nel marzo 2020. Porto Cesareo non effettuava trasferte, eccezion fatta per due sole amichevoli disputate a Leverano. In entrambi i casi onorevole sconfitta per 2 a 0, considerando il fatto che il Leverano navigava già in Prima Categoria, con buoni risultati. Il calcio cesarino 1949 – 1951 proseguiva così il suo percorso di crescita. (segue quarta parte)

Nell’immagine sopra l’esecuzione di un corner diretto. Tra il 1949 e il 1951 il calcio cesarino ricorda quel meraviglioso gesto tecnico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.