Foto panoramica nel giorno della dedicazione a Porto Cesareo.

Il 6 aprile 2021 Porto Cesareo celebra una ricorrenza importante. Ce lo ricorda con le sue parole il parroco Don Antonio Bottazzo.

Messaggio del parroco Don Antonio Bottazzo

Il 6 aprile celebriamo il X Anniversario della Dedicazione della chiesa parrocchiale a Porto Cesareo. Dobbiamo solennizzare questo evento. Ci ricorda che siamo comunità e pietre vive. In una comunità deve circolare l’amore. Noi dobbiamo diffondere tutti i frutti dello Spirito Santo: la pace, l’amore, il perdono. La comunità deve accogliere tutti, e tutti dobbiamo sentirci accolti. Nella chiesa c’è la possibilità della correzione fraterna e della crescita attraverso la fede.

Nella chiesa non dobbiamo fare “ghetto” o creare gruppetti, dove si appartiene a un leader, ma tutti siamo di Cristo perché lui è morto per noi. Tifiamo per la nostra comunità, collaboriamo per la sua crescita. Mettiamo a disposizione degli altri il nostro tempo e le nostre energie e sentiamoci servi inutili. Interroghiamoci se vediamo la nostra parrocchia come una famiglia, se guardiamo a lei come a nostra madre e se per farla crescere, sono disposto a “formarmi”, ad auto formarmi.

Dieci anni di dedicazione: i ringraziamenti.

Penso con gratitudine alle persone che mi hanno preceduto: sacerdoti, catechisti, suore, anime che hanno rinunciato al loro tempo per la mia crescita? Considero queste persone come dei giganti sulle cui spalle noi siamo dei nani? Sono passati da quell’aprile dieci anni. Guardiamo con speranza avanti e facciamo del nostro meglio negli anni che il Signore ci darà da vivere. Solo così, la nostra comunità sarà la propaggine della chiesa celeste dove c’è la gioia senza fine.

Nell’immagine in alto la celebrazione della messa nel giorno della dedicazione a Porto Cesareo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.