La mafia teme la scuola a Copertino

Un convegno importante al Bachelet di Copertino per riflettere su un tema delicato. Interverrà a tal proposito, anche Elsa Valeria Mignone, Procuratore aggiunto della Repubblica.

La Redazione

Si terrà sabato 30 aprile, a partire dalle 10:00, presso l’Auditorium dell’Istituto Bachelet di Copertino, il Convegno su “LA MAFIA TEME LA SCUOLA PIU’ DELLA GIUSTIZIA – Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe”. L’evento può essere seguito anche in contemporanea sul canale YouTube https://www.youtube.com/watch?v=o-sMHYsId_4 o sulla pagina Facebook dell’Alto Riconoscimento Virtù e Conoscenza.

Dopo il Benvenuto di Giuseppe Manco, Dirigente dell’I.I.S.S. “Vittorio Bachelet” di Copertino, seguiranno i saluti di Maria Rosa Trio del Prefetto di Lecce; Anna Peluso, Assessore alla Pubblica Istruzione e Vicensindaca del Comune di Porto Cesareo; Cosimo Damiano Arnesano, Presidente MediterraneaMente APS, nonché Ideatore ed organizzatore del Festival Virtù e Conoscenza. Modererà Annatonia Margiotta, Funzionario della Regione Puglia per la Sicurezza del Cittadino, Politiche per le Migrazioni e Antimafia Sociale.

Attesa per la testimonianza di Matilde Montinaro.

Interverranno: Elsa Valeria Mignone, Procuratore aggiunto della Repubblica, che si soffermerà sul tema “La mafia non si sconfigge con la sola repressione“; Fabiana Pacella, Giornalista AGI – Agenzia Giornalistica Italiana e de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, che illustrerà il tema “Giornalismo e criminalità organizzata. I bavagli alla stampa“; Ornella Castellano, Dirigente dell’Istituto Comprensivo “G. Falcone” di Copertino, oltre che Responsabile della Rete Scolastica “Il Veliero Parlante”. Relazionerà su “I percorsi didattici per la cittadinanza sulla memoria operante. Sulle spalle dei Giganti“.

Sono molto attese le testimonianze di Matilde Montinaro, sorella di Antonio Montinaro, caposcorta del giudice Giovanni Falcone, morto nella strage di Capaci. Poi Michele Farina, Presidente Associazione A.Ge.B.E.O. – Villaggio dell’accoglienza costruito su terreno confiscato alla malavita organizzata. Concluderà Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia.

La mafia teme la scuola, il prof. Arnesano afferma: “Si vuole offrire un contributo alla Giustizia, Stampa e soprattutto Scuola”.

Per l’occasione sarà allestita e aperta al pubblico la Mostra “I Nostri Cento Passi”, un percorso di 100 manifesti realizzati dalla rete scolastica “Il Veliero Parlante”, allo scopo di far nascere nei ragazzi l’esigenza di un mondo di onestà, collaborazione e rispetto.

Quest’incontro, riferisce Cosimo Arnesano, rientra nella programmazione di Educazione Civica e dei PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) che l’Istituto Bachelet svolge in qualità di partner della VI edizione del Festival Virtù e Conoscenza. Con esso, a trent’anni dalla strage di Capaci, si vuole offrire un contributo sul ruolo della Giustizia, della Stampa, e soprattutto della Scuola, in tema di contrasto alla prepotenza, alla criminalità e alla violenza. Uno spunto di riflessione per l’affermazione della solidarietà, della legalità e delle libertà“.

Una rappresentanza di studenti gestirà il servizio di accoglienza. Il progetto grafico dell’evento è curato dagli alunni del Corso di Promozione Pubblicitaria dell’Istituto Bachelet di Copertino. Regia Online di Davide Tommasi.

Si potrà accedere nel rispetto della normativa anti Covid-19 e nei limiti dei posti disponibili. Si consiglia di prenotare con messaggio WhatsApp al seguente numero: 349.1045425.

Informazioni pubblicate tratte da: www.virtueconoscenza.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.