Massimo Donno.

a cura di Alessio Peluso

Un po’ di anni or sono, la forte passione per la musica d’autore di Fabrizio De Andrè ci spinse a partecipare a un evento che attirò la nostra attenzione. In un piccolo locale, tra le viuzze storiche di Lecce, Massimo Donno avrebbe tenuto un concerto interpretando Fabrizio De André. Lo spazio era assai ridotto, tavolini già prenotati sia al piano inferiore che sul soppalco. Ovviamente la brama di ascoltare la musica del Faber prese il sopravvento, facendoci posizionare tra il bancone pieno di salumi e carni e il piccolo posto riservato all’artista. Bastarono poche canzoni per riscaldare i nostri animi e nel giro di pochi minuti diventammo il “coro” di Massimo Donno; una serata memorabile tra buon cibo, musica di qualità e smisurata partecipazione da parte dei presenti.

Conoscemmo un’artista a tutti gli effetti dal quale acquistai il suo album appena uscito “Amore e marchette” nel 2013; spiccano tante collaborazioni importanti come Francesco Del Prete ed Alessia Tondo. È un album che riceve numerosi attestati dalla critica, con il singolo “Amore e Marchette” che resta per tre settimane nella classifica “Indie Music Like” ed è trasmesso da 200 emittenti tra Italia, Germania e Argentina. Il 2013 – 2014 si rivela un anno importante: inizia un tour in giro per l’Italia aprendo concerti di artisti già affermati quali Daniele Silvestri e Fabio Concato.

Nell’agosto 2014 inizia la collaborazione con l’organettista – compositore pistoiese Riccardo Tesi. Diversi live nell’estate porteranno i due ad iniziare una collaborazione anche in studio. Il Maestro Tesi sarà il produttore artistico – arrangiatore dell’album “Partenze”, uscito ad Aprile 2015. Segue all’uscita del disco una serie di concerti di presentazione dell’album, tra cui una tappa in Grecia nel prestigioso “International Festival Andros”, tenutosi sull’omonima isola delle Cicladi, insieme alla cantante – compositrice greco – brasiliana Katerina Polemi. A settembre 2015 i giurati del Premio Tenco inseriscono “Partenze” nella rosa dei votabili, come miglior album dell’anno. Il disco, quindi, risulta tra i 50 migliori album di musica italiana pubblicati nel 2015 in Italia. Ultimo lavoro in ordine di tempo “Viva il re” nel 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.