Giovanna Politi a Leverano.

Sarà presentato questa sera presso la Biblioteca di Comunità “Piazza Coperta – Leverano Centrale” il nuovo libro di Giovanna Politi, “La stanza rossa”.

a cura di Federica Carpentieri

Marcel Proust scrisse “Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L’opera dello scrittore è soltanto uno strumento ottico offerto al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso“.

Questa massima, sicuramente più che centenaria, si addice perfettamente ad alcuni libri grazie ai quali ci immergiamo in storie talmente reali da ritrovarci un po’ di noi. E’ questo ciò che accade leggendo “La stanza rossa” di Giovanna Politi. Si tratta di uno psico-thriller nelle cui pagine si riscoprono sensazioni già vissute, odori e suoni già percepiti; immagini ancora vive in angoli reconditi della nostra anima.

Giovanna Politi, poetessa leccese e già autrice di altre pubblicazioni, donna carismatica e appassionata, soprattutto nella scrittura, ci svela con sincerità: “Ho voluto dedicarmi questo romanzo per i miei 50 anni, perchè dando un occhio al passato ho acquisito, scrivendolo, una nuova consapevolezza per vivere il presente“.

Così ci regala nel suo ultimo lavoro una storia nella quale, con disarmante semplicità, si rivivono emozioni ancora accese, ma celate in imperscrutabili cassettini della mente e del cuore.

La stanza rossa: un viaggio virtuale nei meandri dell’anima.

La storia di Laura e dell’incontro con una donna misteriosa, Alba, su un treno che la porta verso sud. Da qui si dipana una narrazione strana, a tratti ambigua, nella quale la fanno da padrona emozioni e sensazioni che ritornano a galla in un incontro alla “sliding doors”. Da qui parte un viaggio che è essenzialmente virtuale e che si snoda nei meandri dell’anima.

Un cammino difficile, a tratti doloroso, nel quale Laura si fa prendere per mano da Alba, fidandosene ciecamente. Grazie a lei riuscirà a scoprire dimensioni più profonde del suo intimo, lasciandosi andare a sensazioni forti, molto intense; queste la condurranno ad una nuova e sorprendente comprensione del proprio essere.

Ciò che intriga di più è che “La stanza rossa” conduce ogni lettore alla scoperta della propria intimità. Anche lui inconsapevolmente è preso per mano attraverso un percorso intenso e inatteso nel quale le emozioni, nascoste per pudore o per paura di confessarle persino a noi stessi, esplodono incontrollate.

Dialogherà con l’autrice Federica Carpentieri.

L’appuntamento è a partire dalle 19.00, presso la Biblioteca di Comunità “Piazza Coperta – Leverano Centrale” che ospiterà Giovanna Politi e il suo libro “La stanza rossa”, edito da Graus edizioni. Dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura Laura Giannotta, dialogherà con l’autrice Federica Carpentieri, bibliotecaria; letture di Walter Prete e Gustavo D’Aversa di Essenza – Teatro Comunale di Leverano.

Un incontro che sarà più di una semplice presentazione, perchè “La stanza rossa” è un romanzo capace di scuotere l’anima. Un vero e proprio itinerario a tappe nella parte più segreta della nostra anima, attraverso misteriose stanze che sono poi metafore del tempo della vita di ognuno; di ciò che eravamo, di ciò che siamo e di ciò che saremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *