Porto Cesareo film festival 2022

Irene Russo, Salvatore Centonze e Celina Moscuzza avranno una postazione fissa presso le torri costiere.

La Redazione

La macchina del Porto Cesareo Film Festival è in continuo movimento e vari gli eventi collegati che precedono la rassegna. Al via le iscrizioni per il Corso di Fotografia Subacquea, diretto dall’istruttore Gianluca Romano, che si svolgerà il 10 e 11 settembre presso il Centro Visite di Torre Lapillo. Solo in 10 potranno accedere e dovranno essere muniti di brevetto Sub A.R.A., con partecipazione gratuita.

Per inviare la propria candidatura è necessario scrivere all’indirizzo di segreteria del festival info@portocesareofilmfestival.com, allegando generalità, documento d’identità valido e brevetto.

Chiusa invece Puglia Talents, la call per artisti Jikan, ideata nella cornice della kermesse cinematografica per dare ulteriore visibilità ai talenti. Pioggia di candidature da tutta Italia.

L’attenta selezione ha condotto alla scelta finale di tre creativi che durante le giornate del Porto Cesareo Film Festival, godranno di una postazione fissa presso le torri costiere e avranno l’occasione di inserirsi all’interno di una proposta di fruizione turistica di Porto Cesareo.

I tre creativi scelti per il Porto Cesareo Film Festival 2022.

Irene Russo, classe 1985, pittrice di Avellino. Artista poliedrica, alla ricerca costante di un rapporto emotivo tra arte e ambiente, presente nel panorama nazionale ed internazionale con diverse installazioni artistiche permanenti e temporanee.

Salvatore Centonze, classe 1979 di Grottaglie (Ta). Vincitore di diverse borse di studio grazie alle quali si è specializzato in Scienze e tecniche multimediali con docenti di fama quali Gabriele Salvatores, Bernardo Bertolucci, Pappi Corsicato, Dario Fo, Caterina D’Amico, Enrico Ghezzi con il quale collabora alla redazione di Fuori Orario (RAI 3).

Presidente dal 2009 dell’Associazione Social LAB. Partecipa a moltissimi festival del cinema ed è particolarmente apprezzato in ambito nazionale ed internazionale per le sue opere fotografiche, subacquee, aeree, e virtual tour interattivi.

Celina Moscuzza, in arte Celina Zen, classe 1995, di Siracusa. Laureata al corso di Nuovi linguaggi della pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. E’ impegnata in una ricerca artistica volta alla reinterpretazione del paesaggio, da cui emergono nuovi mondi immaginari.

Attraverso diversi media come fotografia, registrazione video cattura aspetti naturali quali luce, atmosfera, movimento, suono che manipola sotto forma di una nuova realtà.

Mostra fotografica dal sapore internazionale con Franco Congedo.

Imperdibile sarà la mostra fotografica Volti e sguardi, oltre i confini di Franco Congedo, artista di fama internazionale, in giro per il mondo, sempre alla ricerca di nuovi occhi da fotografare. Le sue opere saranno esposte presso la torre di San Tommaso (Torre Lapillo) durante i tre giorni dell’evento.

Si consolida, inoltre, la collaborazione del Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo con il Clorofilla Film Festival, che dura ormai da 10 anni. Tra i due festival si è avviata una solida sinergia attraverso un vero e proprio scambio e gemellaggio culturale e cinematografico, grazie al feeling creatosi tra le due direzioni artistiche al femminile: Simonetta Grechi e Anna Seviroli, animate da grande passione per il cinema. Per il PCFF sono duemila i lavori provenienti da 115 Paesi diversi che saranno valutati dalla giuria tecnica.

Fonte: Ufficio Stampa Fabiana Pacella – fabianapacella@gmail.com

Porto Cesareo Film Festival: dal 2 settembre la II Edizione

La Redazione

Dopo gli ottimi risultati della I edizione, il Coordinamento Ambientalisti pro Porto Cesareo, la direzione artistica della nostra Anna Seviroli (segue la rubrica Pianeta Cinema sulla nostra testata) e il coordinamento generale di Mino Buccolieri, ritorna il “Porto Cesareo Film Festival”, un concorso che spazia tra cortometraggi, mini corti e documentari.

Tra le finalità vi è sicuramente la valorizzazione e conoscenza del territorio, il patrimonio archeologico sommerso di Porto Cesareo e il rispetto per la natura. Il Porto Cesareo Film Festival sarà in scena dal 2 al 4 Settembre 2022, presso le due imponenti torri costiere di Torre Lapillo e Torre Chianca.

La rassegna legata anche all’ambito cine – turismo, rappresenta un’opportunità per i giovani di mettere in luce le proprie abilità. Sono 2500 le opere già presentate, provenienti da 115 Paesi.

Procedono quindi senza sosta i lavori di accurata selezione, relativi alle tre sezioni già menzionate inizialmente, quali cortometraggi, documentari e mini corti, che giungeranno all’occhio attento della giuria. Sono 1945 i cortometraggi, 542 i documentari e 365 i mini corti. I prodotti di autori italiani raggiungono il 12,22%.

Accanto al Porto Cesareo Film Festival, si snodano altre iniziative ed attività parallele:

  • Corso di “Fotografia subacquea punto d’incontro”, un corso destinato a chi sperimenta la fotografia subacquea per la prima volta, voluto dall’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”. Sarà possibile prendere conoscenza degli strumenti utilizzati dal fotografo subacqueo e come utilizzarli al meglio dal punto di vista tecnico. Il corso è affidato a Gianluca Romano, collaboratore ed esperto operatore video – fotografico subacqueo dell’Area Marina Protetta “Porto Cesareo”.
  • Tavola rotonda di Archeologia e Cinema: “La trasformazione e la costruzione virtuale di reperti archeologici; il cinema come contenitore perfetto per la fruizione dell’archeologia stessa; le nuove frontiere di accessibilità e i contenuti cinematografici fruibili a 360°”. A cura del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università del Salento, del Centro di Ricerca Europeo di Tecnologie Design e Materiali con l’ing. Italo Spada e sotto la supervisione scientifica della prof.ssa Rita Auriemma, archeologa subacquea e docente UniSalento.
  • Seminario dal titolo “Mangiare con gli occhi: l’importanza dell’arte culinaria nel cinema e nelle serie televisive contemporanee, lo show cooking nella nuova tv dei reality, la gastronomia nel cinema d’animazione, l’ossessione social di fotografare i piatti“.

Protagonisti anche i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Porto Cesareo.

  • Presentazione dell’iniziativa Adotta uno spot. Il direttore artistico e il Comune di Porto Cesareo lanciano una sfida di lungo termine a chiunque voglia realizzare un’opera audiovisiva che descriva al meglio le potenzialità e le bellezze della marina pugliese.
  • Tik Tok si gira! Un’iniziativa supportata e curata dall’Istituto Comprensivo Statale di Porto Cesareo. I contenuti prodotti e realizzati dagli alunni diventeranno, mediante un conseguente lavoro di professionisti, spot promozionale del Porto Cesareo Film Festival.
  • “Jikan” – Puglia Talents – Call for Artists. Iniziativa rivolta ad artisti e professionisti della creatività che avranno l’occasione di mostrare la loro arte e il loro talento in uno dei più suggestivi panorami del Salento.
  • Escursioni naturalistiche e guidate nella Riserva Regionale “Palude del Conte e Duna Costiera – Porto Cesareo”. Visite guidate presso le torri costiere di Porto Cesareo: Centro Visite di Torre Lapillo e Centro di Esperienza Ambientale e Culturale di Torre Chianca.
  • Visite guidate presso il “Museo di Biologia Marina “Pietro Parenzan”.

Non mancheranno stacchi musicali, sprazzi di cultura e poesia a rendere ancora più affascinante la II edizione del Porto Cesareo Film Festival.

Per le informazioni si ringrazia l’ufficio stampa della giornalista Fabiana Pacella. Ulteriori info disponibili sul sito ufficiale del Porto Cesareo Film Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.