San Patrizio

Un culto contrassegnato dal colore verde dominante. E nel 2009 nasce l’iniziativa Global Greening.

a cura di Annairis Rizzello

Si indossano vestiti verdi, si beve birra e si porta il trifoglio nel taschino. Che festa è? Che tu sia Irlandese o meno capirai che è la festa di San Patrizio. In questa occasione, i monumenti delle principali città di tutto il mondo si colorano di verde, grazie all’iniziativa Global Greening, lanciata da Turismo Irlandese nel 2009 che sta riscuotendo, anno dopo anno, sempre più successo.

Negli ultimi anni sono stati oltre trecento i siti che hanno aderito in 45 Paesi, tra cui diversi siti Unesco. La prima curiosità è che i primi festeggiamenti sono stati in America, spostati poi in Irlanda come festa religiosa; nel 1995 diventata festa nazionale dell’isola, ora festeggiata per quattro o più giorni dedicati a teatro, spettacoli di strada, fuochi d’artificio, concerti, cortei carnevaleschi e gare di vario genere, culminanti nella parata svolta ovunque il 17 marzo.

Le numerose leggende riguardanti San Patrizio.

Riguardo a Patrick sappiamo che aveva origini inglesi. Una leggenda narra che, con l’ausilio dello shamrock, cioè il trifoglio, San Patrizio spiegò il dogma della Trinità alle popolazioni irlandesi negli anni da missionario.

Per questo motivo il trifoglio è il re della festa e simboleggia l’operato del patrono irlandese. Un’altra narra di San Patrizio e la cacciata dei serpenti dall’isola. Un’altra bella leggenda è quella del Pozzo di San Patrizio, che vede il Santo come custode di una grotta da cui si poteva accedere al purgatorio, giungendo quasi alle porte del paradiso.

In ultimo c’è la storia di un leprecauno, custode di un tesoro posto in una pentola d’oro che dovrebbe comparire alla fine dell’arcobaleno. Una volta chiarito il significato del Saint Patrick’s Day, non resta che aspettare il 17 marzo per festeggiare gridando Slaintè, “salute” in gaelico, prima di brindare e di indossare un piccolo shamrock e farlo “annegare” a fine giornata nell’ultimo bicchiere di birra o whisky, garantendosi così un anno di prosperità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.