Bocconotti pugliesi alla ricotta

Il loro nome è tutto un programma: sono da gustare in un sol boccone!

a cura di Massimo Peluso

In pieno periodo pasquale, sono davvero variegati i dolci che arricchiscono le nostre tavolate per la gioia di grandi e piccoli. In questa occasione, parleremo dei bocconotti pugliesi, un dolcetto da “un solo boccone”, il quale è assai diffuso in Abruzzo, Puglia e Calabria, con versioni differenti a seconda dell’area geografica e dei prodotti tipici disponibili.

La storia del bocconotto non è facile da stabilire. Molto probabilmente è stato introdotto in Italia dagli Arabi ai tempi in cui sbarcarono in Sicilia, per poi essere adattato ai gusti delle popolazioni locali; oppure le origini andrebbero ricercate in una leggenda abruzzese.

Questa infatti, racconta la storia di una ragazza, domestica presso una famiglia nobile, la quale decise di utilizzare in modo originale il cioccolato ed il caffè appena sbarcato nella regione. Preparò della pasta frolla e la adattò ad una tazzina da caffè, farcendola con cioccolato liquido e caffè.

Si accorse però, che in questo modo il preparato era troppo sciolto ed ebbe l’idea di condensare la farcitura con tuorli d’uovo e pasta di mandorle. Quando il padrone di casa l’assaggiò, rimase entusiasta e chiedendo il nome del dolce la domestica lo chiamò “bocconotto”. Nacque così, un nuovo dolcetto a prova d’un sol boccone.

Bocconotti pugliesi alla ricotta: la nostra ricetta.

Ma come preparare un bocconotto pugliese? In questo caso descriveremo la preparazione di un bocconotto alla ricotta. Innanzitutto, preparare la frolla mischiando zucchero, farina, lievito per dolci, scorza di limone ed unendo in seguito il burro a dadini. Aggiungere le uova e lasciare a riposo l’impasto ottenuto per almeno mezz’ora. Si passa al ripieno: mescolare tuorli e zucchero ed amalgamarli con la ricotta; infine unire gli albumi montati.

Siamo pronti. Stendiamo la pasta frolla e formiamo cerchi da adattare alle nostre formine, inserire il ripieno, ricoprire e mettere in forno ventilato a circa 170 gradi per 35 minuti. Una volta cotti e raffreddati, spolverare con zucchero a velo ed i nostri bocconotti pugliesi sono pronti per essere gustati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.