Pelé 1000 goal.

E’ il 16 novembre 1969, il giorno in cui Pelé raggiunge quota 1000 goal. Un’autentica leggenda del calcio mondiale, che raccontiamo in alcuni passaggi chiave di una straordinaria carriera.

a cura di Alessio Peluso

Edson Arantes do Nascimento, in arte Pelé. Sì, uno dei calciatori brasiliani e non solo, più forte di tutti i tempi. Nato nella Rua 13 di Tres Coracoes, dove abbondano buon formaggio e cachaca. Edson è legato all’invenzione della luce, che in quel periodo manca nella sua città natia. Il padre calciatore di buon livello e anche se risulta strano, in famiglia il nome Pelé ancora non esiste; per tutti è Dico.

Segue il padre durante gli allenamenti e si innamora calcisticamente del portiere José Lino da Conceicao Faustino, in arte Bilè. Il piccolo Edson è entusiasta di lui, lo ricorda dappertutto, anche andando a scuola. Un particolare però gli sfugge: continua ad inneggiare erroneamente a Pilè e i compagni di classe se ne accorgono. Di conseguenza gli affibbiano l’etichetta a lui sgradita di Pelé.

È disposto anche a bisticciare con chi persiste nell’ingiuria, ma nulla da fare, il dado è tratto. Intanto il mito Bilè diventa paradossalmente elettricista, lui diverrà Pelé uno dei numeri 10 più iconici della storia. Il piccolo Edson ben presto inizia a lavorare per aiutare la famiglia, mentre le cene sono a base di pane con qualche fettina di banana.

Waldemar, nazionale brasiliano, scopre il suo sconfinato talento.

Una delle prime foto è col Cruzeirinho di Bauru, San Paolo, insieme a tanti adolescenti sui 15 anni, lui 8. Gioca per strada con palloni di carta o mucchi di stracci. Impara ben presto ad evitare le entrate da codice penale, per far spiccare il suo talento, i suoi dribbling.

Di lui si accorge Waldemar nazionale del Brasile nel 1934, dopo un goal meraviglioso di tacco. Ne parla con i genitori, poi con il presidente del Santos affermando:” Le porto ed è un dato di fatto, il miglior giocatore del mondo”. Parole profetiche ripensando ad una carriera nella quale ha siglato 1284 goal in 1375 partite. A 16 anni è titolare indiscusso nel Santos e il 16 maggio 1957 in una partita amichevole con l’America segna la sua prima storica rete al Maracanà.

Da lì un’ascesa continua di vittorie col Santos e con il Brasile che porta Pelé il 16 novembre del 1969 a siglare il goal numero 1000 su rigore. La disputa sul numero esatto continua, considerando il conteggio delle reti in amichevole. La leggenda però resta, e rimane immutata nel tempo col nome di Pelè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *